Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale di Monserrato (CA)
Attualità

LA CHIAMANO CHIESA

Autore: Past. Fiorenzo Pintus

LA CHIAMANO CHIESA

In questo articolo sono stato spinto dal desiderio di conoscere la motivazione del declino e della fragilità della Chiesa Cristiana sparsa nel mondo ed il coinvolgimento visibile di quelle chiese locali che una volta professavano la fede sincera, attenendosi scrupolosamente a quell’unico testo a cui ogni credente si rivolgeva, “la Bibbia”.

L’Edificatore della Chiesa, dichiarò che le porte dell’Ades (soggiorno dei morti), non potranno abbatterla. La vera Chiesa è resa indistruttibile per la potenza di Cristo, essendo Cristo stesso la Pietra Angolare dove l’insieme delle persone sono state chiamate fuori dal mondo e formano “l’Ekklesia”.

Credo di poter affermare che la chiesa vera non è in declino, perché fondata sul fondamento degli apostoli, essendo Cristo stesso la Pietra angolare dove tutto l’edificio poggia. Quando è in declino? La risposta la troviamo nelle parole dell’apostolo Paolo nella lettera ai Galati 1:6 che così recita: “ Mi meraviglio che così presto voi passiate, da colui che vi ha chiamati mediante la grazia di Cristo, a un altro vangelo”. Mentre al cap. 3:1 si legge: “O Galati insensati, chi vi ha ammaliati?” Non trovo aggettivo diverso per poter definire la chiesa odierna nella triste condizione di declino, non per il numero, ma per il vangelo professato. Come disse l’Apostolo Paolo “che poi non è altro vangelo”. Chi sono coloro che si sono lasciati ammaliare per formare una “Chiesa” nuova, moderna e progressista? Sono quelli che hanno sostituito il pulpito con un palcoscenico, sono quelli che non hanno ricevuto nessuna chiamata al ministero, ma con abilità, indossano l’abito della scena, e quindi possiamo definirli attori di teatro. Gli attori, siano essi di teatro o di cinema, ciò che fanno è finzione e la loro recitazione si basa su un copione che a loro volta gli stessi attori, studiano pur non condividendo. Finzione è sinonimo di simulazione, ipocrisia, impostura, imbroglio, inganno, raggiro, falsità, bugia, menzogna, ecc. Questi simulatori attirano un uditorio con false promesse, in particolare membri di diverse chiese, ammaliando i deboli e fragili nella fede. L’atmosfera che si crea in questi ambienti è molto simile al mercato, in particolare quello dei pesci. Il predicatore alza la voce, sempre più forte, fino a incorrere nella raucedine, in aiuto gli viene la musica, per dargli un po’ di riposo e magari sorseggiare qualche liquido. Il volume mette a repentaglio l’udito dei deboli credenti, con il rischio di rientrare in famiglia affetti d’ipoacusia sensoriale. Chiaramente sono in disaccordo con la voce suadente di Cristo, che consola, che da conforto, che ti assicura la sua protezione e ristora l’anima. Infine riacquistata la voce, il pastore attore, afferma: Oggi abbiamo avuto un culto di fuoco, forte e potente. Gli zoppi continuano a essere zoppi, i ciechi continuano nella loro cecità, i sordi continuano ad essere sordi. Dov'é la potenza? Dov'è il rispetto che si ha per le persone che sono afflitte e affette da diverse patologie, ingannate da false promesse? E la chiamano chiesa.

Shalom

Pubblicato il 19/04/2015
Genere: Attualità
Locale Monserrato

Riunioni

Domenica, Martedì e Venerdì
Ore 18:00

sito
In classifica

Immagini by Sere

Immagini by Stefano

CCEPM Podcast