Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale di Monserrato (CA)
Meditazione

UNA PAROLA UN COMMENTO: “LA SANTIFICAZIONE”

Autore: Past. Fiorenzo Pintus

UNA PAROLA UN COMMENTO: “LA SANTIFICAZIONE”

Quali sono i mezzi divinamente fissati dalla Bibbia per la santificazione? E’ sicuramente una domanda di grande interesse per chi intende iniziare un cammino di fede. Comunque, prima di addentrarci nell’argomento, ricorriamo all’appoggio della Scrittura che ci aiuti a capire. Cfr. Ebrei 13:12 “Perciò anche Gesù, per santificare il popolo con il proprio sangue, soffrì fuori della porta della città” (cioè di Gerusalemme). L’effetto del suo sacrificio fu di santificare il popolo. In una parola possiamo dire: mettere da parte per uno scopo preciso, ossia santificato, separato per dare gloria a Dio. L’autore dell’epistola agli Ebrei 10:10 afferma: ”In virtù di questa «volontà» noi siamo stati santificati mediante l’offerta del corpo di Gesù Cristo fatta una volta per sempre”. La domanda nasce spontanea: in quale senso una persona è santificata dal sangue di Cristo? La risposta si deduce dell’opera compiuta da Cristo. Il penitente viene cambiato da peccatore contaminato in un adoratore santo (messo da parte). La santificazione è il risultato di quella meravigliosa opera compiuta dal figliolo di Dio quando offrì se stesso, per togliere il peccato attraverso il Suo sacrificio sul calvario. In virtù di quel sacrificio, il credente viene per sempre appartato per il Signore, la sua coscienza è purgata ed egli stesso è trasformato da peccatore in adoratore santo, unito in una comunione costante con il Signor Gesù. Alla luce della Scrittura, la purificazione, la santificazione, operata dal sangue di Cristo è continua, lo deduciamo da I°Giov. 1:7 che così recita:” il sangue di Gesù, suo Figliolo, ci purifica da ogni peccato”. Se c’è comunione tra un Dio santo e l’uomo, ci deve essere necessariamente qualcosa che rimuova il peccato, questa barriera impedisce la comunione, questo significa che anche gli uomini migliori sono imperfetti. La Scrittura afferma che la confessione e la fede nell’eterno sacrificio di Cristo rimuovono la barriera.

Un altro mezzo per la santificazione è Lo Spirito Santo. La santificazione per mezzo dello Spirito Santo è quella che dà inizio all’opera di Dio nell’anima umana, portandola alla piena conoscenza della giustificazione che si ottiene mediante la fede nel sacrificio di Cristo. Non possiamo ignorare ciò che l’apostolo Paolo dice nella I^ epistola ai Corinzi 6:11 “ E tali eravate alcuni di voi, ma siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signore Gesù Cristo e mediante lo Spirito del nostro Dio. Come lo Spirito si muoveva all’inizio della creazione e fu seguito dalla Parola di Dio che portò l’ordine, così lo Spirito di Dio si muove sopra l’anima rigenerata, aprendola perché riceva la luce e la vita di Dio. Durante i primi anni della Chiesa, l’evangelizzazione dei Gentili fu ritardata, perché molti cristiani-giudei li consideravano «impuri» e non santificati, in quanto non si conformavano alle leggi relativi ai cibi e ad altre regole mosaiche. Ci volle una visione dal cielo per convincere Pietro che ciò che il Signore aveva purificato non doveva essere chiamato impuro o immondo, quella visione significava che il Signore aveva provveduto per la santificazione dei Gentili perché fossero Suo popolo. Questo c’è confermato quando lo Spirito del Signore cadde sui Gentili riuniti nella casa di Cornelio. Indipendentemente dal fatto che essi seguissero le ordinanze mosaiche, furono santificati per lo Spirito Santo. La Scrittura riferisce che l’apostolo Pietro sfidò i Giudei che erano con lui a negare il segno esteriore della loro purificazione spirituale Cfr. Atti 10:47 “Allora Pietro disse: «C’è forse qualcuno che possa negare l’acqua e impedire che siano battezzati questi che hanno ricevuto lo Spirito Santo come noi?»”. La Scrittura continua nel dire: “E Dio che conosce i cuori, rese testimonianza in loro favore, dando lo Spirito Santo a loro, come a noi” (Atti 15:8).

Il terzo mezzo stabilito per la santificazione è: la Parola di Dio. Nella preghiera sacerdotale c’è un passaggio che ci aiuta a comprendere cosa significhi santificazione per mezzo della Parola. “Santificali nella verità: la tua parola è verità”(Giov. 17:17) La Parola di Dio risveglia gli uomini e fa riflettere e considerare la follia e la mancanza del senso della vita. Quando l’uomo risponde alla Parola di Dio e si ravvede e crede in Cristo, è Purificato per la Parola, sia che sia stata letta, sia che sia stata predicata. Questo è l’inizio di una purificazione che deve durare tutta la vita del credente. Per questa consacrazione il sacerdote israelita riceveva un bagno sacerdotale completo, che non veniva mai più ripetuto, era un’opera fatta una volta per sempre ma gli veniva comandato di lavarsi ogni giorno mani e piedi. La Parola afferma che coloro che sono stati rigenerati sono stati lavati completamente, ma devono quotidianamente purificarsi dalla contaminazione del mondo. Concludo citando Giacomo 1:22,25 “Ma mettete in pratica la parola e non ascoltate soltanto, illudendo voi stessi. Perché, se uno è ascoltatore della Parola e non esecutore, è simile ma un uomo che guarda la sua faccia naturale in uno specchio, e quando si è guardato se ne va, e subito dimentica com’era. Ma chi guarda attentamente nella legge perfetta, cioè nella legge della libertà, e in essa persevera, non sarà un ascoltatore smemorato ma uno che mette in pratica; egli sarà felice nel suo operare.” Auspico grandi benedizioni per i visitatori, auguro che possano intraprendere il cammino della santificazione.
Pubblicato il 13/12/2013
Genere: Meditazione
Locale Monserrato

Riunioni

Domenica, Martedì e Venerdì
Ore 18:00

sito
In classifica

Immagini by Sere

Immagini by Stefano

CCEPM Podcast