Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale di Monserrato (CA)
Meditazione

UNA PAROLA UN COMMENTO: CRISTO IN NOI

Autore: Past. Fiorenzo Pintus

UNA PAROLA UN COMMENTO: CRISTO IN NOI

Poter dire che Cristo è in noi, è una bella responsabilità. Eppure la Scrittura afferma questo, infatti, nel vangelo di Giovanni 14:20, è scritto: “In quel giorno conoscerete che io sono nel Padre mio, e che voi siete in me ed io in voi.” Il verso riferisce che in quel giorno, sicuramente in quel giorno, per i credenti, è stato un giorno speciale. Il verso afferma che Cristo è nel Padre, questo giorno ha riferimento al giorno di Pentecoste, non poteva manifestarsi la discesa dello Spirito Santo mentre Gesù si trovava ancora su questa terra. Con l’assunzione in cielo il giorno di Pentecoste è confermato l’unità di Cristo con il Padre, di conseguenza la nostra unità con Lui. Chiaramente questi sono misteri che capiremmo bene solo quando saremo in cielo, sappiamo che Cristo ci accoglierà presso di Lui. L’apostolo Paolo dice: “Poiché ora vediamo come in uno specchio, in modo oscuro; ma allora vedremo faccia a faccia; ora conosco in parte; ma allora conoscerò pienamente, come anche sono stato perfettamente conosciuto.” Dopo la discesa dello Spirito Santo, per il credente è tutto più chiaro e ancora più chiaro sarà quando lo raggiungeremo in cielo dove è andato a preparare un luogo per i credenti. Nella preghiera sacerdotale Gesù disse: “ Io sono in loro e tu in me, affinché siano perfetti nell’unità, e affinché il mondo conosca che tu mi hai mandato, e che li hai amati, come hai amato me.” Per non essere frainteso, preciso che per unità s’intende quando il popolo è sottomesso all’autorità di Dio osservando pienamente i suoi insegnamenti. Per ogni comportamento diverso, che non trova riscontro con la Parola di Dio, il credente è chiamato a prendere le distanze e chiedersi: Ma questo è da Dio? Lo scopo dell’unità dei credenti gli uni con gli altri e con Dio è duplice:

I°)- Affinché il mondo creda nella missione divina del Figlio (conoscano che tu mi hai mandato)

2°)-Affinché il mondo senta che l’amore di Dio per i credenti è intimo, profondo ed eterno come il suo amore per il suo unico figlio.

Per tutto il tempo del suo ministerio, il Signore s’impegnò a far conoscere il nome del Padre ispirando gli altri ad adorarlo. Lo scopo di tutti i suoi sermoni e dei suoi miracoli fu di onorare il Padre e di farlo conoscere. Se oggi abbiamo conoscenza di Dio, lo dobbiamo a Gesù, è Lui che lo fa conoscere e illumina la mente dell’uomo.
Cfr. Romani 8:10 “Ma se Cristo è in voi, nonostante il corpo sia morto a causa del peccato, lo Spirito da vita a causa della giustificazione.” Se lo Spirito è in noi, Cristo è in noi. Egli abita nel cuore per mezzo della fede. E’ chiaro che l’uomo si deve impegnare a fondo per capire cosa s’intende Cristo in noi. L’apostolo Paolo rivolgendosi alla chiesa di Efeso disse: “e faccia si che Cristo abiti per mezzo della fede nei vostri cuori, perché, radicati e fondati nell’amore.” Il credente è spiritualmente vivo, poiché Dio stesso lo considera Giustificato, la vita eterna, spirituale, di Dio, vivente innestata nel credente dallo Spirito Santo e da Gesù, anche se il corpo del credente è mortale. Ora, se siamo morti in Cristo, siamo stati vivificati grazie allo Spirito Santo che abita in noi. Quindi, ha ragione l’apostolo Paolo quando dice: Non sono più io che vivo ma Cristo vive in me. Caro amico che leggi, hai la certezza che Cristo è in te? Per capire se effettivamente è in te, il segno indicato da Paolo è l’Amore. Quando diciamo Amore, s’intende che l’anima dell’uomo è la dimora di Dio essendo Lui Amore, l’uomo è divenuto il Tempio di Dio. Concludo nel dire se Cristo abita in noi per mezzo della fede, se trascuriamo i principi fondamentali della nostra fede è segno che la fede che abbiamo è inferiore al granel di senape. Buona lettura, il Signore elargisca copiose benedizioni a tutti. Shalom.
Pubblicato il 09/06/2014
Genere: Meditazione
Locale Monserrato

Riunioni

Domenica, Martedì e Venerdì
Ore 18:00

sito
In classifica

Immagini by Sere

Immagini by Stefano

CCEPM Podcast